Vantaggi e svantaggi dell’inseminazione artificiale e della fecondazione natura nei suini

inseminazione artificiale suini

Dopo aver visto come identificare una scrofa in calore, in quest’articolo scopriremo quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’inseminazione artificiale e della fecondazione naturale nei suini, per capire meglio perché alcuni allevatori scelgono l’una o l’altra pratica

I pro e i contro dell’inseminazione artificiale nei suini

L’inseminazione artificiale è molto diffusa soprattutto nei grandi allevamenti, dove vengono allevati molti capi. Questa pratica, che può essere svolta dal veterinario o da personale qualificato, presenta dei vantaggi e degli svantaggi, vediamoli insieme quali sono.

I vantaggi:

  • impedisce la trasmissione di malattie sessuali;
  • permette di utilizzare un eiaculato su più di una scrofa;
  • porta a più rapido miglioramento genetico all’interno dell’allevamento, dando la possibilità di accedere al seme di molti verri selezionati;
  • evita che la scrofa o il verro vadano incontro a lesioni dovute all’accoppiamento

Gli svantaggi:

  • se il calore viene erroneamente identificato, si perdono 21 giorni di gestazione;
  • lo sperma, non trasportato e conservato a una temperatura adeguata, potrebbe subire uno shock termico e diventare inutilizzabile;
  • la mancanza di esperienza e cura può anche danneggiare il pene del maiale durante l’estrazione;
  • il personale non qualificato può ferire la femmina durante l’inseminazione.

Vantaggi e svantaggi della fecondazione naturale nei suini

La monta naturale nei suini, pratica utilizzata soprattutto nei piccoli allevamenti e in quelli di tipo famigliare, può svolgersi in due modi:

  • si parla di monta libera quando più verri vengono introdotti in box con scrofe in fase di ciclo prossima al calore;
  • si parla invece di monta controllata quando si ha la possibilità di decidere quale maschio dovrà fecondare questo o quel gruppo di femmine, evitando la consanguineità e permettendo di essere certi della paternità dei nati.

Come per l’inseminazione artificiale anche la fecondazione naturale può avere dei vantaggi e degli svantaggi, vediamo insieme quali sono.

I vantaggi:

  • è il verro a identificare il momento giusto per fecondare;
  • non ci sono problemi legati alla conservazione del seme;
  • è utile soprattutto per quelle aziende che presentano difficoltà ad acquistare il seme per la loro posizione geografica.

Gli svantaggi:

  • aumento del rischio di contagio di malattie  a trasmissione sessuale;
  • gli animali possono ferirsi durante la monta;
  • con un’eiaculazione viene coperta una sola femmina;
  • assenza di controllo sulla fecondità dell’eiaculato.

Scopri di più sull’allevamento suino, continuando a leggere gli articoli presenti sul sito.

vitaagricola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
+