Un calendario per progettare e programmare l’orto

calendario orto

L’orto da piacevole hobby, può facilmente trasformarsi in un buco nero che assorbe tutto il tempo libero di chi ha deciso di crearlo. Per evitare che ciò accada è utile pianificare e creare un proprio calendario, in cui annotare, oltre a tutti i lavori che è necessario intraprendere per mantenere in vita l’orto, quando effettuare le semine e i trapianti delle verdure che si ha deciso di coltivare.

In quest’articolo vedremo: quali vantaggi comporta avere un calendario nella gestione dell’orto, alcuni consigli da seguire quando si vuole creare il proprio calendario e alcuni strumenti utili da utilizzare per la pianificazione delle proprie culture.

Perché creare un calendario per l’orto

Creare il proprio calendario in cui annotare semine, trapianti e i lavori da fare nell’orto, può essere d’aiuto:

  • per avere una distribuzione intelligente dei prodotti durante l’anno e non ritrovarsi con ortaggi in eccesso in alcuni mesi e scarsa produzione in altri;
  • a evitare che l’orto si trasformi da piacevole hobby a buco nero che assorbe tutto il tempo libero;
  • per creare la piantina del proprio orto, ponendo nelle stesse aiuole gli ortaggi che richiedono gli stessi lavori o la semina e la raccolta nello stesso periodo;
  • a non ritrovarsi a fare gli acquisti per l’orto all’ultimo minuto con il rischio di non trovare quello che si desidera comprare;
  • a distribuire in maniera intelligente i diversi lavori che necessario compiere in un orto, evitando che si accumulino tutti in pochi giorni

Cose da considerare quando si crea il proprio calendario

Quando si sta per realizzare il proprio calendario bisogna considerare:

La luna

È sempre bene abbinare alla semina di ciascun ortaggio la giusta fase lunare per favorirne la crescita.

Le temperature

Quando si programmano le semine o i trapianti, bisogna verificare se le temperature minime del periodo possono incidere negativamente sulla crescita della verdura.

L’imprevedibilità del tempo

Quando il tempo fa le bizze bisogna essere pronti a stravolgere i propri piani e a riprogrammare tutto. Semine o trapianti fatti prima dell’arrivo di giornate di pioggia sono consigliati, perché l’acqua favorirà la germinazione e la crescita delle piante.

Gli errori

Inevitabilmente si commetteranno degli errori, che è giusto annotarli per non commetterli più.

Tutti i lavori da fare nell’orto

Prima di creare il proprio calendario bisogna fare un elenco di tutte le attività necessarie al mantenimento dell’orto, così da poter organizzarsi meglio ed evitare perdite di tempo

Strumenti utili per programmare le proprie semine

Il nuovo manuale di vitaagricola.it, il libro delle semine, può essere uno strumento molto utile per tutte quelle persone che hanno deciso di coltivare ciò che mangiano senza far si che l’orto assorba tutto il proprio tempo libero.

Nel libro sono contenute più di 20 schede di coltivazione di diversi ortaggi, oltre alle indicazioni dettagliate, con anche un esempio pratico, per realizzare il proprio calendario delle semine sulle base delle proprie esigenze.

Se non sai cosa, quando e come seminare questo è il libro che può fare al caso tuo, non puoi ottenere le verdure che desideri mangiare, senza aver pianificato adeguatamente quando seminarle o trapiantarle.

vitaagricola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
+