Le gabbie perfette per allevare le quaglie

gabbie per quaglie

Quali sono le gabbie/voliere adatte alle quaglie?

Le quaglie, uccelli appartenenti alla famiglia dei Phasianidae, sono animali molto facili da allevare. Non richiedono troppe cure e spazio e facilmente si adattano ad ambienti diversi.

La specie che viene maggiormente allevata in Italia è la quaglia giapponese (Coturnix japonica), addomesticata ormai da secoli. Vengono allevate principalmente per la carne e per la produzione di uova. A 35-40 giorni i quagliotti sono già pronti per la macellazione, raggiungendo 100-110 g (le femmine) e 95-100 g (i maschi). Se allevate in condizioni ottimali possono arrivare a produrre 340-350 uova annue.

Le voliere adatte per le quaglie

Il vantaggio dell’allevamento della quaglia è che non richiede molto spazio a differenza di oche o persino di polli.

Le quaglie possono vivere in uno spazio abbastanza limitato, l’importante è che sia chiuso anche superiormente in quanto possono fuggire volando. Una gabbia, simile a quella dei conigli, è molto adatta per questo tipo di animale. Se si ha abbastanza spazio, si può anche costruire una voliera. È consigliabile avere un maschio ogni tre femmine, per evitare baruffe ed  un’eccesiva attenzione dei maschi per le femmine.

Le voliere delle quaglie devono garantire uno spazio minimo per ciascun capo di 150 cm2, il fondo può essere coperto di paglia o di lettiere speciali per pollame e deve essere pulito regolarmente, devono soprattutto essere eliminati gli escrementi che contengono molta ammoniaca.

All’interno della gabbia devono essere posizionati gli abbeveratoi e le mangiatoie, vanno bene quelli che si usano per gli uccellini, e una cassetta nido.

È anche importante sapere che le quaglie richiedono più di 12 ore di luce al giorno per produrre uova. Per fornire loro una luce extra, specialmente durante l’inverno, prendi in considerazione l’installazione di alcune lampade o lampadine sospese intorno alla loro gabbia.

Alcuni esempi di gabbie per quaglie

Conigliera SANDRA in legno

Ad esempio, questa conigliera può essere l’ideale se si ha deciso di allevare le quaglie all’aperto in giardino, grazie a questo tipo di gabbia le quaglie potranno procacciarsi da sole parte del cibo e, spostandole periodicamente vi aiuteranno a mantenere basso il livello dell’erba. L’unico accorgimento da tenere in considerazione è quello di coprire anche il fondo con la rete per impedire che i ratti entrino a disturbare gli animali.

.

Gabbia in legno 

Anche questa gabbia in legno con l’aggiunta di una rete interna a maglie piccole che sollevi le quaglie dal fondo e renda più agevole la pulizia, può diventare un’ottima gabbia per questi uccelli. Naturalmente bisognerà anche aggiungere gli abbeveratoi, una cassetta di sabbia, per permettere alle quaglie di deporre e fare i bagni di sabbia, e le mangiatoie.

vitaagricola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
+