Coltivazione acquaponica: 5 ortaggi da coltivare in questo sistema di coltivazione

COLTIVAZIONE ACQUAPONICA

In un sistema di coltivazione acquaponica può essere coltivato quasi tutti i tipi di pianta, ortaggio e persino fiore. Tuttavia, la domanda che potrebbe venire in mente è: quali sono le migliori piante da coltivare in questo nuovo sistema di coltivazione?

In quest’articolo troverai la risposta insieme ad altre informazioni utili che ti faranno capire la differenza tra una coltivazione di tipo tradizionale e un sistema di coltivazione acquaponica.

I semi per il tuo orto

Cosa coltivare in un sistema di coltivazione acquaponica

Le principali differenze tra una coltivazione in terra e fuori terra

Nutrizione delle piante

Apporto di nutrimenti

Coltivazione tradizionale

 Sistema acquaponico

Difficoltà a controllare il livello di nutrienti al livello delle radici

Controllo in tempo reale dei nutrienti e del pH delle piante a livello delle radici.

 

Apporto di nutrienti omogeneo e accurato, coerente con gli stadi di crescita delle piante.

 

Necessità di monitoraggio e competenza

Efficacia nell’uso di nutrienti

Coltivazione tradizionale

 Sistema acquaponico

Fertilizzanti distribuiti largamente con controllo minimo dei nutrienti in relazione allo stadio di crescita

Utilizzo di quantità minime di fertilizzante.

Potenziale alta perdita di nutrienti dovuta a percolamento e ruscellamento

Distribuzione uniforme e flusso di nutrienti regolabile in tempo reale.

 

Nessun percolamento

Uso dell’acqua

Coltivazione tradizionale

 Sistema acquaponico

Molto sensibile alle caratteristiche del suolo

Può essere prevenuta tutta la perdita d’acqua

Potenziale stress idrico nelle piante

La disponibilità di acqua può essere completamente controllata da sensori

Utilizzo di grandi quantità di acqua

No costi manodopera per innaffiare, ma investimenti più alti.

 

Gestione

Coltivazione tradizionale

 Sistema acquaponico

Necessaria più manodopera

Operazioni di raccolta più semplici.

 

Costi iniziali alti

 

Minor bisogno di manodopera

 

I 5 ortaggi coltivati in acquaponica

Basilico

COLTIVAZIONE ACQUAPONICA

PH: 5.5-6.5

Sesti d’impianto: 8-40 piante/m2

Tempo di germinazione alla temperatura di 20-25 °C:6-7 giorni

Durata della coltivazione: 5-6 settimane(iniziare la raccolta quando impianto è di 15cm)

Temperatura: 18-30 °C, ottimale 20-25 °C

Esposizione alla luce: In pieno sole o leggermente al riparo

Trapiantare le nuove piantine nel sistema acquaponico quando hanno 4-5 foglie vere. Il basilico può essere colpito da varie malattie fungine, tra cui Fusarium, muffa grigia e macchie nere, in particolare a temperature non ottimali e condizioni di elevata umidità. La ventilazione e temperature dell’aria e dell’acqua superiori 21 °C, giorno e notte, aiutano a ridurre lo stress delle piante e l’incidenza delle malattie

Lattuga

COLTIVAZIONE ACQUAPONICA

PH: 6.0-7.0

Sesti d’impianto: 18-30 cm (20-25 cespi/m2)

Tempo di germinazione alla temperatura di 13-21 °C: 3-7 giorni

Tempi di sviluppo: 24-32 giorni dal trapianto (più a lungo per alcune varietà)

Temperatura: 15-22 °C (fioritura oltre 24 °C)

Esposizione alla luce: in pieno sole (ombreggiatura con temperature elevate)

Le piantine possono essere trapiantate in impianti acquaponici a tre settimane quando hanno almeno2-3 foglie vere. La concimazione supplementare con fosforo nella seconda e terza settimana  favorisce la crescita delle radici ed evita lo stress da trapianto. Inoltre, l’esposizione delle piantine a temperature più fredde e luce diretta del sole, per 3-5 giorni prima del trapianto è in grado di fornire tassi di sopravvivenza più elevati.

Quando si trapianta lattuga nella stagione calda, bisogna tenere riparate le piante per 2-3 giorni per evitare lo stress idrico. Per ottenere lattughe croccanti, dolci ed un veloce ritmo di crescita delle piante, bisogna mantenere alti livelli di nitrati nell’impianto

Cetriolo

COLTIVAZIONE ACQUAPONICA

PH: 5.5-6.5

Sesti d’impianto: 30-60 cm (a seconda della varietà; 2-5 piante /m2)

Tempo di germinazione alla temperatura d i20-30 °C: 3-7 giorni

Durata della coltivazione: 55-65 giorni

Temperatura: 22-28 °C di giorno, 18-20 °C di notte; molto sensibili al gelo.

Esposizione alla luce: pieno sole

Le piantine di cetrioli possono essere trapiantate  dopo 2-3 settimane allo stadio di 4-5 foglioline. Le piante crescono molto velocemente ed è una buona pratica recidere le punte apicali quando lo stelo è di circa due metri di lunghezza per limitare il loro vigore vegetativo e indirizzare le sostanze nutritive ai frutti; rimuovere i rami laterali favorisce la ventilazione. La presenza di insetti impollinatori è necessaria per una buona fecondazione e allegagione.

Pomodoro

COLTIVAZIONE ACQUAPONICA

PH: 5.5-6.5

Sesti d’impianto: 40-60 cm (3-5 piante/m2)

Tempo di germinazione alla temperatura di 20-30 °C: 4-6 giorni;

Durata della coltivazione: 50-70 giorni fino al primo raccolto; fruttificazione 90-120 giorni fino a 8-10 mesi (Varietà a crescita indeterminata dove non fa freddo)

Temperature ottimali: 13-16 °C di notte, il giorno 22-26 °C

Esposizione alla luce: pieno sole.

Collocare pali o strutture di supporto dell’impianto prima del trapianto per evitare danni alle radici. Trapiantare le piantine nel sistema 3-6 settimane dopo la germinazione quando la piantina è alta10-15 cm e quando le temperature notturne sono costantemente al di sopra 10 °C. Nel trapianto delle piantine, evitare ristagni d’acqua attorno al colletto per ridurre i rischi di malattie. Rimuovere le foglie dei primi 30 cm alla base del fusto principale per favorire una migliore circolazione dell’aria e ridurre l’incidenza di malattie fungine.

Togliere le foglie che coprono ogni ramo a frutto appena prima della maturazione per favorire il flusso di nutrienti verso i frutti e per accelerare la loro maturazione.

Piselli e fagiolini

COLTIVAZIONE ACQUAPONICA

PH: 5,5-7,0

Sesti d’impianto: 10-30 cm a seconda delle varietà (varietà cespuglio 20-40 piante/m2,varietà rampicanti 10-12 piante/m2)

Tempo di germinazione alla temperatura di 21-26 °C: 8-10 giorni

Durata della coltivazione: 50-110 giorni per raggiungere la maturità a seconda delle varietà

Temperatura: 16-18 °C di notte, il giorno 22-26 °C

Esposizione alla luce: pieno sole

Seminare direttamente nel letto di crescita di argilla a 3-4 cm di profondità (assicurandosi che il livello del sifone a campana sia regolato in modo da bagnare con l’acqua il seme.

I fagioli non sopportano bene il trapianto,e ciò li rende difficili da coltivare in tubi NFT.

Eventuali pali di sostegno devono essere inseriti prima della germinazione del seme per evitare danni alla radice. Durante la semina, si deve prestare attenzione al fine di evitare l’ombreggiamento con altre piante durante la crescita. I fagioli sono sensibili agli attacchi di afidi e acari.

Continua a scoprire questo nuovo metodo di coltivazione, leggendo gli articoli presenti sul sito.

vitaagricola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
+