6 malattie che colpiscono i suini

malattie suini

Mantenere   animali sani è fondamentale per avere un allevamento di successo. Per fare ciò, è essenziale conoscere le malattie che possono colpire i suini; tutto le persone che lavorano con gli animali dovrebbero essere in grado di individuare i sintomi delle principali patologie.

In quest’articolo vedremo per ogni fase dell’allevamento dei suini, pre-svezzamento, post-svezzamento e riproduzione, quali sono le principali patologie ad esso associate.

Le malattie nei suini nel pre e post svezzamento e nella fase riproduttiva

Pre- svezzamento

Coccidiosi

La coccidiosi è causata da parassiti protozoari intracellulari che colpiscano soprattutto i suinetti lattanti. Provoca diarrea, che può essere sanguinolenta, spesso tra i 10 ei 21 giorni di età e fino a 15 settimane di vita. I casi acuti vengono trattati con fluidoterapia e coccidiostatici. Le infezioni secondarie possono derivare da danni alla parete intestinale. La cura dell’igiene è fondamentale porre fine al ciclo di infezione; le feci di scrofa sono una fonte importante del parassita e le mosche possono diffondere l’infezione.

Diarrea epidemica suina

La diarrea epidemica suina è causata da un coronavirus che provoca vomito e diarrea con mortalità fino al 100% in suinetti sensibili con meno di 2 settimane di età. Il periodo di incubazione è veloce ed è di circa 12-24 ore e la diarrea dura fino a 7-14 giorni.

Post-svezzamento

Malattie respiratorie

Tosse, starnuti, tassi di crescita ridotti e mortalità sono tutti potenziali segni di malattie respiratorie. A seconda della causa, gli antibiotici possono essere somministrati nel mangime, in acqua o mediante iniezione. Condizioni ambientali avverse possono favorire o peggiorare l’insorgenza di patologie respiratorie, ad esempio, alti livelli di ammoniaca possono danneggiare le vie respiratorie, rendendo i suini più suscettibili alle infezioni. Gli alloggi sovraffollati e polverosi sono fattori predisponenti per le malattie respiratorie. Fra gli agenti patogeni più diffusi che causano malattie respiratorie ci sono: Streptococcus suis, Pasteurella.

Dissenteria suina

Questa malattia è causata dal batterio Brachyspira hyodysenteriae ed è caratterizzata da una forte diarrea con sangue e muco: si presenta principalmente nei suini all’ingrasso. La riduzione della densità di allevamento può essere una buona soluzione per ridurre la pressione delle infezioni e lo stress negli animali. Oltre a migliorare i livelli di igiene, il controllo dei roditori è una priorità assoluta; i topi sono un vettore di questa malattia

Riproduzione

Parvovirosi

l parvovirus colpisce principalmente le primipare non vaccinate causando problemi riproduttivi, in particolare porta alla nascita di suinetti mummificati.

Mastiti

La ridotta produzione di latte, la perdita di appetito e una temperatura corporea più alta sono tutti sintomi riconducibili alla mastite nelle scrofe. Questa patologia è causata da un’infezione batterica delle ghiandole mammarie, che ne può provocare uno schiarimento. Gli antibiotici, insieme ai farmaci antinfiammatori, sono trattamenti efficaci. Per prevenire l’insorgere di questa malattia è molto importante una corretta igiene della sala parto unità ad una buona alimentazione.

Scopri di più sull’allevamento suino, continuando a leggere gli articoli presenti sul sito.

vitaagricola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
+